Gli utenti di Internet si rivolgono ad alternative private alla luce delle rivelazioni su PRISM

10 Giugno, 2013

NEW YORK: Gli utenti Internet indignati e in cerca di un'alternativa alle aziende di cui si fidavano ma che si sono rivelate non rispettose della privacy hanno iniziato a rivolgersi a un'azienda che offre, a sua detta, "i motori di ricerca più privati al mondo".

StartPage e il motore di ricerca gemello Ixquick sono stati lanciato nel 2006 per difendere lealmente la privacy e le libertà civili dei loro utenti. StartPage mette a disposizione un portale privato ai risultati di Google, mentre Ixquick presenta risultati privati ottenuti tramite altri motori di ricerca.

Questi servizi non hanno partecipato a PRISM né hanno mai fornito dati degli utenti al governo statunitense o a qualsiasi altro governo o ente negli Stati o in altre parti del mondo. Questo è più di quanto nove delle più grandi aziende Internet possano dire.

"La privacy dei nostri utenti poggia su tre pilastri importanti", spiega Robert Beens, Amministratore delegato StartPage e Ixquick. "La nostra sede si trova nei Paesi Bassi, usiamo connessioni crittografate e, soprattutto, non archiviamo né condividiamo nessuno dei dati di ricerca personali dei nostri utenti."

  • Non viene archiviato nessun dato utente: StartPage e Ixquick non archiviano mai i dati degli utenti, neanche gli indirizzi IP e le interrogazioni di ricerca, per cui gli enti governativi non hanno alcun motivo di richiederli. Questa privacy è completa; l'azienda non sa neppure chi sono i suoi clienti, per cui non può comunicare nessuna informazione ai governi.

  • Connessioni crittografate (HTTPS): StartPage e Ixquick sono stati i primi motori di ricerca a utilizzare la crittografia automatica su tutte le connessioni per prevenire la raccolta di informazioni private. Quando le ricerche sono crittografate, parti terze come gli Internet provider, gli hacker e i funzionari governativi non possono intercettare le connessioni Internet per scoprire gli oggetti delle ricerche condotte dalle persone.

  • Fuori della giurisdizione degli Stati Uniti: StartPage e Ixquick hanno sede nei Paesi Bassi, per cui non sono soggette direttamente a norme, mandati o ordini dei tribunali degli Stati Uniti. Non possono essere costrette a partecipare a programmi come PRISM. L'azienda non ha mai comunicato neanche un bit di dati degli utenti ad alcun ente governativo nei 14 anni in cui opera, il che non deve sorprendere poiché anzitutto non esiste alcun dato da comunicare.

StartPage e Ixquick sono inoltre gli unici motori di ricerca le cui prassi concernenti la privacy sono state verificate indipendentemente e certificate da terzi tramite il programma europeo Privacy Seal.

"Sfortunatamente, solo uno scandalo come PRISM può sensibilizzare le persone sull'erosione della privacy", ha affermato Dr. Katherine Albrecht, esperta di privacy, che ha studiato a Harvard e ha contribuito a sviluppare StartPage. "Quando le persone non tollerano più l'intrusione nella loro privacy, cercano alternative. Rendiamo già possibili quasi 3 milioni di ricerche private ogni giorno e prevediamo che questo numero aumenterà a mano a mano che le persone lasciano i motori di ricerca che archiviano e condividono le loro informazioni private."

Questa estate l'azienda amplierà i propri servizi di protezione della privacy aggiungendo un nuovo prodotto per la posta elettronica privata denominato StartMail, che offrirà una piattaforma e-mail privata, a pagamento con crittografia complessa. Chiunque sia interessato a condurre test sulla versione beta del programma quando questa sarà disponibile, può prenotarsi su www.StartMail.com


E.U. Contact Person:
Alex van Eesteren
Sviluppo vendite e commerciale
www.StartPage.com // www.Ixquick.com
+31-30-6971778